cosimo-ict-770x470

Raccolte le buone pratiche che raccontano l’Europa solidale tra i partner del progetto “ICT is the future”. L’esperienza di AiCS Accoglienza solidale presa a modello

Si è tenuto la scorsa settimana il quarto incontro del progetto europeo “ICT is the Future – Integration through competence testing and training”, finanziato dal programma Erasmus Plus/Scambio di buone pratiche.  Capofila del progetto è l’ente di formazione per categorie deboli ZAUG che i progettisti di AICS hanno conosciuto attraverso l’associazione Sportjugend con cui da tempo l’Associazione promuove scambi culturali e sportivi. Nel partenariato rientra anche la scuola di formazione professionale portoghese CEPROF. In questa fase, in cui gli incontri internazionali sono ancora bloccati a causa del COvid-19, i responsabili del progetto, si sono incontrati virtualmente per elaborare insieme le strategie e le azioni che caratterizzeranno le ultime tappe del progetto.
Il piano ha l’obiettivo di elaborare programmi di formazione rivolti principalmente ai migranti nell’ambito delle tecnologie della comunicazione e dell’informazione.
Nelle settimane precedenti all’incontro, ogni organizzazione ha selezionato 6 buone pratiche provenienti dalle esperienze delle organizzazioni partner per poi presentarle ad un comitato consultivo composto dai dirigenti e operatori degli uffici, settori e progetti AICS più strategici rispetto ai contenuti presenti nelle buone pratiche: settore Ambiente; ufficio ICT; ufficio Progettazione e community oganisers del progetto BRIDGES.

Leggi tutto...

cinema-770x470

E’ stato pubblicato l’11 giugno il nuovo DPCM che detta le nuove disposizioni che si applicheranno da lunedì 15 giugno 2020 e che saranno efficaci fino al 14 luglio 2020.

Di seguito alcune delle misure in vigore dal 15 giugno.

  •   Le attività di sale giochi, sale scommesse, sale bingo, così come le attività di centri benessere, centri termali, culturali e centri sociali sono consentite ma a condizione che Regioni e Province autonome abbiano preventivamente accertato la compatibilità di tali attività con l’andamento della curva epidemiologica.
  • Aprono i centri estivi anche per i bambini in età da 0-3 anni.
  • Riprendono gli spettacoli aperti al pubblico, le sale teatrali, sale da concerto, sale cinematografiche e in altri spazi anche all’aperto ma con alcune cautele/precauzioni. Restano invece sospese tutte le attività che abbiano luogo in sale da ballo, discoteche, locali assimilati sia all’aperto che al chiuso.
  • Restano sospese fino al 14 luglio 2020 le fiere e congressi, mentre i corsi professionali potranno essere svolti in presenza.
  • In materia di spostamenti da e per l’estero è aumentato a 120 ore (5 giorni) il periodo massimo di permanenza senza obbligo di quarantena domiciliare per chi fa ingresso nel territorio nazionale per ragioni di lavoro, così come per il personale di imprese o enti aventi sede legale o secondaria in Italia che va all’estero per comprovate ragioni lavorative.
  • A partire dal 12 giugno, riprendono invece gli eventi e le competizioni sportive a porte chiuse ovvero all’aperto senza la presenza del pubblico nel rispetto dei protocolli di sicurezza emanati dalle rispettive Federazioni sportive al fine di prevenire le occasioni di contagio. a decorrere dal 25 giugno 2020 è consentito lo svolgimento anche degli sport di contatto nelle Regioni e Province Autonome che, d’intesa con il Ministero della Salute e dell’Autorità di Governo delegata in materia di sport, abbiano preventivamente accertato la compatibilità delle suddette attività con l’andamento della situazione epidemiologica nei rispettivi territori.

SCARICA QUI IL DECRETO

bilanci-770x320

A cura di Luigi Silvestri e Pier Luigi Ferrenti

Tantissimi gli adempimenti, tra vecchi e nuovi, e le misure a cui gli Enti del Terzo settore, le ASD/SSD e gli enti non commerciali in genere si trovano di fronte nel mese di giugno.

1)      I COMITATI PROVINCIALI E REGIONALI DEVONO APPROVARE E INVIARE IL BILANCIO ENTRO IL 30 GIUGNO

Come noto, in seguito all’emergenza Covid-19, gli Enti non profit ,possono approvare il bilancio consuntivo 2019 entro il 31 ottobre 2020 ,convocando entro tale termine l’apposita assemblea dei soci .

I comitati provinciali e regionali ,invece, essendo articolazioni territoriali di un Ente di Promozione sportiva ,sono obbligati ad approvare il Bilancio consuntivo 2019 entro il 30 Giugno 2020,così come previsto da comunicazione del Coni; questo anche per permettere all’Ente nazionale di trasmettere ,entro la fine di Luglio 2020,il format riassuntivo dei dati economici 2019 di tutta l’Organizzazione Nazionale nel suo insieme .

2)      ANCORA SUGLI STATUTI DI APS E ODV

Con nota 4477 del 22 maggio, il Ministero del Lavoro è intervenuto in merito a quelle associazioni che in sede di richiesta di iscrizione ai registri delle APS o delle ODV,” hanno presentato statuti improntati al d.lgs. n. 117/2017, nei quali risultavano contemplate tutte le attività di cui all’articolo 5 del decreto medesimo.”

La problematica era già stata affrontata con la nota ministeriale prot. 3650 del 12 aprile 2019 “Statuti degli enti del terzo settore. Individuazione delle attività di interesse generale e delle finalità. Artt. 4, comma 1, 5 comma 1 e 21”

Leggi tutto...

impianti-sportivi-585x480

Procedura al via da lunedì 15 giugno sul sito di Sport.Governo : ecco i criteri di accesso

Con decreto dell’Ufficio per lo sport si rende accessibile il Fondo destinato ad interventi a favore delle associazioni sportive e delle società sportive dilettantistiche, istituito dal decreto Rilancio per la necessità di far fronte alla crisi economica che ha coinvolto anche il mondo dello sport e determinatasi in ragione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19.

Le risorse disponibili ammontano ad oltre 50 milioni di euro e si aggiungono alle risorse messe a disposizione del mondo sportivo di base in seguito al protocollo d’intesa siglato tra l’Ufficio per lo sport della Presidenza del Consiglio dei ministri, il Comitato Olimpico Nazionale Italiano, il Comitato Italiano Paralimpico e la società Sport e Salute SpA e che prevede ulteriori 22 milioni di euro. 

Scarica qui l’allegato 1 del citato decreto, che contiene i Criteri per l’accesso ai finanziamenti a fondo perduto per associazioni sportive dilettantistiche e società sportive dilettantistiche

La presentazione delle domande di accesso alla misura saranno possibili attraverso una piattaforma web il cui indirizzo verrà pubblicato sul sito dell’Ufficio per lo sport in data 15 giugno 2020.

Previste due finestre:

–          la prima a partire dalle ore 12:00 del 15 giugno 2020 e terminerà alle ore 20:00 del giorno 21 giugno 2020.

–          la seconda sarà aperta a partire dalle ore 12:00 del 22 giugno 2020 e terminerà alle ore 20:00 del giorno 28 giugno 2020

Leggi tutto...