Manifesto-DANTE-TR-immagine-1-scaled-217x300

In occasione dei 700 anni dalla morte del Poeta, l’Associazione italiana Cultura Sport propone  un progetto nazionale di divulgazione storica e culturale attorno alla figura di Alighieri e dell’Italia del ‘300: conferenze itineranti in 4 regioni, un fumetto per ragazzi e la Divina commedia come non l’avete mai sentita

Roma, 16 marzo 2021 – Dante per tutti, anziani e bambini, come non si studia sui libri di scuola: in occasione dei 700 anni dalla morte di Dante Alighieri, l’Associazione Italiana Cultura Sport – tra i maggiori enti di promozione sportiva e sociale del Paese – omaggia il Sommo Poeta con un grande progetto di divulgazione culturale volto a far luce sul Dante uomo utilizzando la rete capillare dei suoi comitati territoriali e il suo milione di soci tesserati, con un occhio di riguardo ai giovanissimi.

Conferenze e laboratori, un fumetto per bambini e la Divina Commedia letta nei vari dialetti d’Italia: oltre 20 eventi, in presenza e radiofonici, che restituiranno al grande pubblico il Poeta come un uomo che ha amato, che ha conosciuto la guerra e l’onta dell’esilio. E come l’autore più fantasioso che la letteratura italiana abbia mai conosciuto.

La lettura della Divina Commedia nei dialetti

In collaborazione con la Rete italiana di cultura popolare, la maratona di lettura della Divina commedia nei diversi dialetti coinvolgerà  tutta la penisola. I testi verranno forniti dal Fondo Tullio De Mauro ai comitati provinciali di AiCS  e alle scuole del territorio nazionale. Ogni 25 del mese, a partire dal DanteDì (25 marzo) e durante tutto il 2021, fino a novembre quando inizierà il Festival della Cultura Popolare a Torino, sarà trasmessa su Tradiradio.org una rubrica dedicata alle parlate che arriveranno al Fondo da ogni territorio italiano.  Le registrazioni potranno essere effettuate da chiunque anche tramite il portale della Rete nella sezione “Dona la voce” https://www.reteitalianaculturapopolare.org/dona-la-voce.html . 

Conferenze e laboratori per ragazzi

Nelle città di Ravenna, Verona, Portico di Romagna, Chitignano, Poppi, Gubbio, Terra del Sole, AiCS organizzerà (a partire dal 17 aprile prossimo) otto conferenze dedicate al legame tra la città e Dante e ai costumi e agli usi culturali e storici del tempo in cui visse il Poeta. Le conferenze tratteranno di: la morte di Dante e la sua tomba; il cibo e la cucina al tempo di Dante; l’abbigliamento femminile al tempo di Dante e la figura di Beatrice; gli ecclesiastici e la guerra del Basso Medioevo; Dante in battaglia (e la battaglia di Campaldino); il duello al tempo di Dante (con il laboratorio di scherma per bambini); la veste rossa di Dante e il laboratorio di costume per bambini.

Il fumetto per bambini

Scritto e disegnato da Francesco D’Onofrio e Raffaele Posulu, il fumetto della vita di Dante è diviso in quattro “fasi” fondamentali: l’amore per Beatrice, l’amicizia con altri poeti del Dolce Stil Novo, lo scontro politico tra Guelfi bianchi e neri, l’esilio lontano da Firenze. Ogni “fase” è raccontata in due parti: una scritta, in cui gli autori si rivolgono al giovanotto o alla fanciulla che legge, e l’altra a fumetti, che ritraggono momenti importanti e significativi della vita del poeta. I bambini e le bambine, alla fine del libricino, troveranno delle domande di comprensione del testo e dei giochi di abilità, basati sul personaggio e sulle sue opere.

—————-

L’intero progetto è ideato e promosso da AiCS direzione nazionale – Settore cultura, in collaborazione con esperti di storia del costume e rievocazioni storiche: Gode del patrocinio del Comitato nazionale per la celebrazione dei 700 anni dalla morte di Dante Alighieri, delle Regioni Emilia-Romagna, Toscana, Umbria Veneto, e dei Comuni di Ravenna, Verona, Portico di Romagna, Chitignano, Poppi, Gubbio, Terra del Sole.

LEGGI ANCHE>>>> PER IL DanteDì CON AiCS E IL FONDO TULLIO DE MAURO LA DIVINA COMMEDIA IN DIALETTO