foto cinofilia

Formazione e promozione delle attività cinofile alla base dell’accordo con l’ente nazionale della cinofilia italiana

Formazione e specializzazione, promozione delle attività cinofile, condivisione dei regolamenti e organizzazione di eventi e manifestazioni che mettano al centro il cane e il suo impiego nelle attività sportive, ludiche, di volontariato, sanitarie e sociali. Questi i punti salienti del Protocollo di intesa siglato giovedì 20 luglio, nella sede della direzione nazionale Aics, a Roma, tra Aics e l’Enci, l’Ente nazionale della cinofilia italiana. A sottoscrivere l’accordo, i due presidenti: l’onorevole Bruno Molea e Massimo Esposito Muto. 
Aics ha già al suo interno un valido e operativo settore Cinofilia, guidato da Mauro Grisendi: l’ulteriore cornice istituzionale offrirà un passo avanti nell’ottica della specializzazione e della condivisione di manifestazioni pubbliche. L’accordo, al suo articolo 2, prevede infatti la collaborazione tra Aics e Enci per la: valorizzazione delle razze; la promozione delle attività cinofile sportive con la condivisione di regolamenti; la formazione degli esperti per la valorizzazione delle caratteristiche cino-tecniche; la promozione sul territorio delle attività comuni e l’organizzazione delle manifestazioni cinofile di carattere sportivo atte alla valorizzazione delle razze canine. L’Enci è un’associazione di allevatori a carattere tecnico-economico, che ha come scopo quello della tutela delle razze canine riconosciute pure, migliorandone e incrementandone l’allevamento, oltre che disciplinando e favorendo il loro impiego a fine zoo-tecnici e sportivi. Tra le sue attività, la formazione dei tecnici, l’organizzazione di esposizioni e la promozione di studi e ricerche sulla cinotecnia.

 Riprende vigore e torna in attività il settore cinofilia in Aics; a guidarlo sarà Mauro Grisendi e un gruppo di professionisti del settore, attivo nel mondo della cinofilia da quasi 30 anni.

Appena nato, ha già dato il via alle prime attività: il corso per istruttori ed educatori cinofili,ed iniziative firmate Aics  è già al lavoro per organizzare i primi corsi per le specializzazioni settoriali, come la formazione per l’utilizzo del cane nell’agility, obedience, dog dance,disc dog, nelle attività di Protezione civile, nelle attività sociali con il cane e altre discipline cinofile sportive.  Ma la vera forza del nuovo settore sarà la sua rete già costituita sui territori: Aics sarà presente attraverso le varie associazioni già dislocate nelle province, in maniera tale che i futuri formatori Aics possano vantare una conoscenza diretta dei posti e del contesto sociale e geografico nel quale esercitano. Attraverso i loro esperti cinofili verrà garantita da Aics la giusta formazione a chi voglia avvicinarsi alla pratica di istruttore o educatore, figure queste dedicate al lavoro sul comportamento del cane, ma anche a chi voglia specializzarsi nell’educazione del cane ad attività particolari e di cui si sente sempre più la necessità, come appunto nelle attività di Protezione civile.

"MUSICA TRE LE STELLE..."

 

musicaestelle

WIMBLEDON

wimbledon